Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Arte del Te

Carrello acquisti

Il carrello è vuoto

Il tè è la seconda bevanda più consumata al mondo, dopo l'acqua, ed appartiene a tutte le culture.

barattolo di tè e teiraLa pianta del tè è la Camelia Sinensis (e la Camelia Assamica), è originaria della Cina: le sue origini vengono fatte risalire ad oltre 5000 anni fa. Conosciuta fin dai tempi antichissimi per le sue proprietà terapeutiche e tonificanti, come alleviare la fatica, stimolare la concentrazione e curare la vista o come impacco per i reumatismi. Da sempre considerata come portatrice di salute e come medicina, un vero e proprio "Elisir di lunga vita" per i Taoisti mentre i buddisti la consideravano fondamentale per affrontare le lunghe meditazioni. La sua origine è avvolta nel mistero e molte sono le leggende che vedono protagonista il tè, come quella cinese dell'imperatore Chen Nung che, consumando sempre e solo acqua bollita per motivi di igiene, un giorno era seduto all'ombra di una pianta del tè mentre una brezza leggera fece cadere alcune foglie nell'acqua dell'Imperatore ed egli, incuriosito dal colore dorato della bevanda ne assaporò l'indicibile dolcezza e se ne innamorò istantaneamente.

In India, un'altra leggenda narra che il principe di Dharma durante il suo viaggio in Cina per apprendere gli insegnamenti del Buddha, giurò di non dormire per tutto il periodo che durava nove anni. Ma dopo solo tre anni, come egli stava per addormentarsi, colse alcune foglie di tè e le iniziò a masticare. Immediatamente si sentì molto più forte e più sveglio.

In Giappone, si racconta un'altra leggenda ancora: Bodhi Dharma, dopo tre anni di continua preghiera si addormentò. Dopo essersi svegliato, si arrabbiò così tanto con se stesso che decise di tagliarsi le palpebre e di buttarle via in modo da non potersi più addormentare. Nello stesso luogo dove erano state gettate le palpebre nacque una nuova pianta con proprietà stimolanti.....

Arte del Te